Ecco il famigerato Numero ZERO di ogni trasmissione…  sarà di vostro gradimento? si accettano consigli e insulti di qualsiasi genere! 😉

intanto abbiamo deciso, da bravi nerd, di mettere come numerazioni delle puntate la stessa che si usa per gli episodi dei serial tv.. s01 sta per stagione 1 (nella speranza che vi siano molte altre stagioni!) e 00 invece sta per episodio zero anche detto Pilot!

[powerpress]

Fai click sulla freccia qui sopra (play) per ascoltare il podcast, se invece preferisci scaricarlo segui le istruzioni a seconda del browser che usi

ATTENZIONE: Per scaricare correttamente il podcast segui le istruzioni qua sotto!

Internet Explorer: Clicca con il tasto DESTRO del mouse su “Download” e seleziona dal menù  a tendina che appare “Salva oggetto con nome..” scegli come destinazione il desktop del tuo computer e li troverai il file mp3 da ascoltare con il tuo lettore preferito

Firefox: Clicca con il tasto DESTRO del mouse su “Download” e seleziona dal menù a tendina che appare “Salva destinazione con nome…” scegli come destinazione il desktop del tuo computer e li troverai il file mp3 da ascoltare con il tuo lettore preferito

Chrome: Clicca con il tasto DESTRO del mouse su “Download” e seleziona dal menù a tendina che appare “Salva link con nome…” scegli come destinazione il desktop del tuo computer e li troverai il file mp3 da ascoltare con il tuo lettore preferito

Sommario della trasmissione:

Playlist:

  • Perfect – Smashing Pumpkins
  • Rock the Casbah – The Clash
  • No Surprise – Radio Head
  • Up Rising – Muse
  • Stay – Elisa
  • Wrong – Depeche Mode
  • Minority – Green Day
  • Elevation – U2
  • Killing in the name – Rage against the machine

A proposito dell'autore

Post correlati

2 Risposte

  1. Fabrizio

    Programma ganzissimo, fresco e veloce. Mi ha fatto ritornare indietro di qualche anno (considerando il fatto che io c’ero quando è uscito Pong nei bar — e quando è caduta Saigon, ma questo è un altro discorso). Purtroppo lavoro e famiglia mi impediscono di essere ancora un “eterno ragazzino”, per questo la vs trasmissione è un salutare amarcord. Peccato solo che, suppongo per problemi SIAE, non possiate includere i brani musicali nel podcast. L’unica pecca del programma è che, parlando di nerds e geeks, non abbiate accennato a quelle figure che hanno reso possibile, per grande parte, la creazione di questo mondo (e che a loro volta erano e sono anche nerds e geeks). Mi riferisco agli Hackers, nome che, nell’accezione comune, purtroppo evoca solo i pirati informatici. Mentre sono stati degli hackers (o smanettoni) quelli che hanno creato internet, i primi personal computer, i primi videogiochi (e non a caso uno dei primi, Adventure, si ispira proprio a D&D e Tolkien) e tutta una serie di gadget che oggi diamo per scontato. Ultimamente, si sbizzariscono (ma in realtà lo hanno sempre fatto) nel campo embedded: se lasciate a giro il vostro smartphone, l’hacker è colui il quale, dopo aver identificato la porta JTAG, pialla la flash contenente (non voglia iddio) sistemi proprietari, ci installa sopra uLinux o NetBSD (a seconda di come si è alzato :-), e ci lascia sopra un Post-it con scritto sopra “Non mi ringraziare”. Sarebbe quindi interessante e istruttivo avere all’interno del programma delle “pillole” (non mi illudo sull’attention span dell’ascolatore medio) che parli appunto di questi eroi (post)-moderni e dell’importaza che hanno avuto nel plasmare il nostro mondo (quello “reale”, non solo quello dei giochi di ruolo e dei videogames). Inoltre, passata la sbornia di LuccaGames, sarebbe opportuno ritornare sulle differenze linguistiche fra ‘nerd’ e ‘geek’ (vedi wikipedia). Ad esempio: perché si dice “geek girl” e non “nerd girl”? Il tutto rispettando l’attention span di 30000 ms di cui sopra.

    P.S. I – Unica contro-indicazione: non ascolate questo podcast dopo aver ascoltato quello di 610. Altrimenti vi immaginerete i due conduttori come due nani pelati di 15esimo e 40esimo livello (a scelta chi è che cosa) :-)))))
    P.S. II – LoveRcraft? Chi era costui? (11:43 di mondonerd-s01ee00) 😉

  2. Munk

    Allora! E’ già da un po’ di tempo che sono stuzzicata da un “gizmo” tecnologico che mi attira molto, ma non so orientarmi. Vorrei sapere che ne pensate del Kindle di Amazon.com in particolare e dei lettori di e-book in generale…So bene che i libri cartacei non sono destinati a essere soppiantati (io stessa non saprei farne a meno, soprattutto per studiare), ma non mi sembra male l’idea di portarsi dietro un bel po’ d volumi stipati in pochi GB di spazio. Voi che ne dite?
    Chiara

Scrivi