Koch Media ha tra le mani una pesante eredità avendo rilevato vari progetti dalla THQ.  Uno fra tutti ha suscitato particolare interesse, il seguito di un titolo dal grande spessore: Metro Last Light.

Per chi non conoscesse il primo capitolo, Metro 2033 è uno sparatutto che contiene elementi survival horror, con un approccio da parte del giocatore che spazia dallo stile stealth al puro fps.

metro_last_light_ss_1_thumbPunto di forza è ancora una volta la narrazione, a cui ha collaborato fin dalla fase iniziale  Dmitry Glukhovsky, autore dell’omonimo libro a cui si ispira il primo lavoro di 4A Games. I fatti si svolgono nel 2034 in una Mosca ormai devastata dalla guerra nucleare, uno spazio non più adatto alla vita che si è spostata all’interno delle stazioni della metropolitana. Saremo nuovamente protagonisti delle vicende di Artyom, un giovane ragazzo cresciuto in una delle tante stazioni-città, che si vede costretto a fare i conti con una dura realtà, in cui la lotta per la sopravvivenza contro le creature che si celano negli oscuri corridoi della metro e gli attacchi delle fazioni estranee è ordinaria amministrazione.

metro_last_light-5La sfida per Koch Media sicuramente è quella di portare alla ribalta un titolo probabilmente sottovalutato, che ha diviso il pubblico, sia per la difficoltà che per i difetti riscontrati nelle fasi di gioco, i quali hanno inficiato nella riuscita di buon prodotto che poteva essere notevolmente migliorato.

Una trama ad hoc, cura minuziosa dei dettagli abbinati ad un potente motore grafico (qui purtroppo si nota il divario tra pc e console), grande varietà di situazioni di gioco con molteplici approcci sono gli elementi che promettono di far trascorrere ottimamente le ore di gioco. Gli effetti sonori e la caratterizzazione degli ambienti creano un’atmosfera coinvolgente che sono in grado di immergere totalmente il videogiocatore.

Non rimane che fare i biglietti ed attendere la corsa del 17 maggio, data del rilascio del gioco. Nel frattempo vi lasciamo con il teaser che qualcuno di voi avrà già visto al cinema prima della proiezione di uno dei tanti film usciti ultimamente.

Scrivi