A Lucca Games abbiamo provato in anteprima il videogioco di Avatar. Tanto perchè il filmone non lo aspetta nessuno… il gioco da noi esce un mese prima dell’uscita americana della pellicola e ben prima dell’uscita nei cinema da noi (15/01/2010). Se volete saperlo, beh… il giochino potete attendere di comprarlo.

Il videogioco ci porta nel cuore di Pandora, il pianeta alieno al centro della lotta tra umani e nativi alieni per il controllo delle riserve energetiche… allo scoppio della guerra tra Na’vi (la popolazione aliena) e la Corporazione RDA (i nostri simili), un commando di esplorazione per la ricerca delle risorse scende sul pianeta, e qui ci troveremo coinvolti direttamente nell’azione… ovviamente potendo scegliere tra i due schieramenti opposti.

Si potranno personalizzare oltre 60 armi tra RDA o Na’vi, oltre 20 abilità per ogni fazione, guidare decine di veicoli e/o creature aliene, da buon simil-mini-gdr creare un personaggio e portandolo avanti nel gioco guadagnando livelli. Naturalmente non manca la modalità multigiocatore online.

E speriamo che il multigioco sia divertente, perchè per quanto visto da noi Avatar nella sua incarnazione videoludica è ben lungi da essere una rivoluzione, sia come gameplay che come grafica… e pensare che la presentazione di sua maestà James Cameron in persona all’E3, durata 10 minuti, faceva pensare a chissà cosa! Ma speriamo ancora di venire sinceramente smentiti dalla prova della versione finale… e completa.

Ma veniamo alla cosa più nerd: La Ubisoft, sviiluppatore del gioco, annuncia che l’edizione limitata di James Cameron’s Avatar includerà un’action figure (un giocattolino, un personaggino, insomma) di Avatar prodotta dalla Mattel (yahoo, salto nel passato!)… per Play 3 e XBox avremo il marine spaziale, per Wii e Ds il nativo Na’vi… yuk!

4 Risposte

  1. Davide Di Clemente

    purtroppo credo che nn verrete smentiti… Il gioco è tratto da un videogioco, nn c’è bisogno da parte delle case di impegnarsi eccessivamente nella realizzazione poichè il prodotto venderà ugualmente a tutti quelli ( nn nerd ovviamente) a cui è piaciuto/piacerà il film… Tutti quei fantastici genitori che entreranno in un gamestop con un sorriso sornione stampato in faccia e si rivolgeranno al commesso scazzato di turno ( che ha già dentificato il tipo di bestia col quale ha a che fare) dicendo: “si buongiorno mi dà la “CASSETTA DEL FILM CON LE BESTIE MAGICHE” per favore? sà devo fare un regalo a mio figlio/a/figliodellamiaamica/inutileinutileinutilemudamudamuda…SPAM”
    Faranno sì che il videogioco avrà i suoi incassi nonostante le insignificanti spese per le realizzazione.
    Morale: nn comprate MAI videogiochi tratti dai film… fatelo per noi che vogliamo titoli corposi… graaaazie!

  2. Alberto

    ASSOLUTAMENTE D’ACCORDO CON TE!!! 😀
    i giochi tratti da film sono tra le peggiori cose che possano esistere, noiosi, scontati, privi di spessore e pure tecnicamente fatti male…
    sono la massima espressione del marketing e della schifezza tecnologica 😀

Scrivi