Accade che spesso gli autori di fumetti di un certo successo si annoino e producano qualche divertissement di alta scuola. Tra i mangaka (cioè disegnatori di manga, cioè fumetti giapponesi…) di successo della scena nipponica degli ultimi anni Tsutomu Nihei è certo uno dei più famosi e giustamente celebrati.

Anche se a me il suo BLAME! Non è mai andato giù più di tanto, Nihei è indubitabilmente uno degli autori più completi della “scena” manga contemporanea: illustratore, architetto, fumettista, pittore… dopo aver terminato il suo celebratissimo primo manga seriale ed aver partorito due opere di transizione come Abara e Biomega, ancora una volta l’autore torna col tratto spezzato, sottile e delirante in una serie di storie brevi, veri e prori “spin-off” (cioè vicende collegate che prendono le mosse dalla serie principale) di BLAME!

Un universo oscuro e disumano, con le solite citazioni di stili amati da Nihei come il futuristico e il gotico: un volume di 176 pagine, tutto a colori, dal titolo “BLAME ACADEMY AND SO ON” edito dalla PaniniComics che arriverà nelle nostre fumetterie a partire dal 19 novembre… se qualcuno vuole prenotare…

2 Risposte

  1. Lorenzo

    Basta che mi garantiscono che non traduce roberto pesci… all’epoca di blame! fece uno scempio (uno su tutti, la “Rete dei Geni Terminali” che in realtà era il Gene di Connessione alla Rete…)

    • eXistenZ

      Ecco perché di BLAME non se ne capiva una mazza!!!!

      Ho trovato i fumetti di Nihei sempre molto affascinanti, ma arrivavo alla fine sempre con un senso di vuoto, come a dire “Hem…. Non ho capito mica tanto bene.”

Scrivi