C’era una volta la trilogia classica di Star Wars… “Lo sappiamo!”, diranno i miei piccoli (? …diciamo grandi, và) lettori. Bene. A starwars-erededellimperonessuno di voi è mai capitato di volare con la fantasia e pensare a cosa sia successo dopo la distruzione della seconda Morte Nera e i festeggiamenti sulla Luna boscosa di Endor?

Bene, in attesa di sapere quale futuro per la galassia lontana lontana ci stiano riservando Lucas, la Disney e J.J. Abrams… sono tornati in libreria i volumi della apprezzatissima e mirabile trilogia data alle stampe nell’ormai lontano 1990 e firmata dallo scrittore Timothy Zahn, autore versatile e vincitore nel 1984 del prestigioso premio Hugo. Il primo libro, L’erede dell’Impero, ci faceva scoprire cosa stava succedendo cinque anni dopo la sconfitta del malvagio Palpatine e delle sue truppe: le insidie, per i nostri eroi non erano terminate. Il successo del libro in America fu strepitoso, e dopo anni di silenzio la Forza tornò a scorrere potente nel mondo, dimostrando che c’era una gran voglia di Star Wars e dando il la ad una grande produzione di nuove opere e merchandise della Saga per eccellenza.

Sfida-alla-Nuova-RepubblicaQualche mese fa la casa editrice Multiplayer.it ha iniziato a riportare in Italia in pompa magna la trilogia letteraria scritta da Zhan, conosciuta come Trilogia di Thrawn, dal nome del personaggio cardine e nemesi dei nostri eroi, un cattivo tratteggiato in maniera mirabile e sfaccettata dallo scrittore. Dopo il primo capitolo, ecco sbarcare nelle librerie (e online, ovvio) il secondo tassello: Thrawn darà ancora filo da torcere a Luke (già alle prese con un… jedi oscuro!), Han e Leia (impegnati… con la nascita di due gemelli) e tutto il resto della compagnia ‘classica’: il cattivone porterà avanti un progetto di ricostruzione dell’Impero… e non solo.

Naturalmente non è tutto qui: nei tre libri – L’erede dell’Impero, Sfida alla Nuova Repubblica, L’ultima missione – ci sono moltissimi nuovi personaggi, alcuni dei quali diverranno molto importanti, nuove razze aliene, pianeti, intrighi di palazzo, battaglie stellari… insomma, tutto quello che non può mancare in un episodio di Guerre Stellari. Se possibile, con ancora più pathos e respiro epico, come potrà constatare chi si avvicina alla pagina scritta. Zahn è un buon narratore e conosce bene tutto l’universo di Star Wars, con tanto di riferimenti e citazioni sciorinati con disinvoltura: difficile trovare un buco di ‘sceneggiatura’ o un riferimento non calzante tra le sue righe.

Il consiglio che vi diamo è di allacciare le cinture, inserire la velocità luce e gustarvi i libri di Zahn rituffandovi nelle atmosfere X-Wingdella vecchia trilogia (magari accompagnati dalle note dell’illustre John Williams in sottofondo): sarà come se la festa sulla Luna di Endor non fosse mai finita. O forse, ne è solo iniziata un’altra più grande

QUI la scheda del secondo libro sul sito dell’editore

A proposito dell'autore

Cuore e acciaio di Mondo Nerd, creatore e deus-ex-machina. Giornalista, blogger, webwriter e socialqualsiasicosa, dai primi anni 2000 imperversa sulla Rete come nemmeno Ken il Guerriero faceva nel mondo post-atomico. Cinema, fumetti, libri e serie tv lo temono manco fosse Godzilla. Cowabunga!

Post correlati

Scrivi