“Europa, 1914. Vigilia della Prima Guerra Mondiale. Tra le file degli eserciti opposti, i Cigolanti e i Darwiniani, combattono due ragazzi. Il giovane Alek, principe dell’Impero austro-ungarico, e Deryn Sharp, una ragazza che si traveste da maschio pur di entrare nell’aviazione britannica. Due nemici le cui strade tuttavia si incroceranno portandoli a bordo del Leviathan, un gigantesco animale volante, metà balena metà dirigibile, che forse li condurrà lontano dal fragore della guerra…”

Così Einaudi presenta il libro “Leviathan” di Scott Westerfeld, osannato autore di opere letterarie di fantascienza, steampunk e “young adult” (i famosi libri per ragazzi adorati anche dai più grandi, vedi Neil Gaiman), tra cui “L’ora segreta. I diari della mezzanotte” “Vampirus” “Apocalypse Vampirus” e la serie “Uglies -Brutti e Perfetti”. Leviathan è considerato un punto di svolta nel suo lavoro: un grande affresco steampunk, primo di una trilogia, che ha già raggiunto le vette delle classifiche di vendita in america.

Impreziosita dalle splendide illustrazioni del disegnatore Keith Thompson, l’edizione italiana è a dir poco fantastica. Un piacere per gli occhi che si unisce alla scrittura pulita, scorrevole, lirica e coinvolgente. Un libro consigliabile a tutti, un esepio limpido di quella che è la grande narrativa fantasy di oggi.

Westerfeld è già stato accostato a Cristopher Paolini (Eragon) e Stephenie Meyer (Twilight) come nuovo astro della letteratura young-adult.

Da parte nostra, lo consigliamo vivamente a tutti: ragazzi delle medie, dei licei, delle università, liberi pensatori, filosofi, aviatori, principi ereditari, donne incinte & bambini arancioni!

Einaudi ha inoltre creato un curioso connubio tra letteratura e musica chiedendo al rapper Mondo Marcio di “recensire” il libro… ne è uscita una canzone molto bella che vi postiamo qua sotto.

E ora tutti in libreria!

A proposito dell'autore

Cuore e acciaio di Mondo Nerd, creatore e deus-ex-machina. Giornalista, blogger, webwriter e socialqualsiasicosa, dai primi anni 2000 imperversa sulla Rete come nemmeno Ken il Guerriero faceva nel mondo post-atomico. Cinema, fumetti, libri e serie tv lo temono manco fosse Godzilla. Cowabunga!

Post correlati

Scrivi