Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

E se vi dicessi che i giochi di ruolo sono educativi?

Se non mi credete dovete assolutamente leggere “Giochi di Ruolo“, il libro di Marcello Ghilardi e Ilaria Salerno, pubblicato nell’Ottobre 2007 da Tunuè.

giochi-di-ruolo

Non bisogna lasciarsi ingannare dalla brevità del saggio: nelle 165 pagine del libro i due autori hanno saputo illustrare tutti gli elementi necessari per far conoscere il mondo dei giochi di ruolo anche a chi non ne ha mai sentito parlare.

È un ottimo abc per i profani e un ottimo testo di approfondimento per chi si considera già un esperto.

Nel libro si possono individuare 3 sezioni: la prima dove si affrontano la storia, le caratteristiche e l’evoluzione dei GDR, la seconda dove si spiega l’immaginario simbolico e filosofico del giocare di ruolo e la terza e ultima parte che si sofferma sulla loro funzione educativa.

giochi-di-ruolo-imm (1)

Vorrei spendere due parole su questa ultima parte proprio perché mi ha permesso di apprezzare l’opera soprattutto dal punto di vista professionale.

Lavorando come educatrice, soprattutto con adolescenti considerati “difficili”, ho avuto modo di pormi molti, moltissimi interrogativi riguardo alla postura (fisica e pedagogica) da adottare con i ragazzi e come utilizzare la mia esperienza di gamer con loro.

Credo sia fondamentale trovare nuove strategie educative che si basino sul gioco, sulla creatività e l’interpretazione, e allora:

perché non utilizzare i Giochi di ruolo in educazione?

Ma…. in che modo?
Ghilardi e Salerno hanno saputo mostrare come il GDR possa essere utilizzato come strumento utile all’educazione, non solo per i ragazzi ma anche per gli educatori.

giochi-di-ruolo-imm (3)

In questo libro, il Gioco di Ruolo viene analizzato, sezionato con grande amore, e soprattutto riscattato: da attività ritenuta infantile, praticata da adulti immaturi e incapaci di stare al mondo, a strumento pedagogico, didattico e di crescita interiore.

Ancora una volta, come avevo segnalato in “Generazione Nerd” di Gandolfi, gli autori hanno voluto dare la parola ai giocatori dedicando loro il quinto e ultimo capitolo del volume.

Attraverso le loro testimonianze ci regalano uno spaccato sul mondo del role playing svelandone il lato piú intimo e personale.

Il lato piú umano.

giochi-di-ruolo-imm (1)

“Indagare la loro esperienza può risultare nteressante, sia per confrontarla con quella personale, sia per capire come sono cambiate nel tempo la percezione e la freuizione dei GDR e del fantasy”

“Giochi di Ruolo” è una guida tascabile che permette a chiunque di avere il mondo del role playing racchiuso in una mano.

È un testo formativo, divertente da sembrare quasi un’avventura e permette anche ai non-adetti ai lavori di comprendere tematiche che solitamente solo chi è pratico di educazione arriva a padroneggiare.

giochi-di-ruolo-imm (2)

Un libro consigliato a chi vuole conoscere questo mondo senza avere il coraggio di sedersi a un tavolo, ai veterani, che avranno piacere nel vedersi riconosciuta un’autorità pedagogica ma soprattutto a chi punta il dito e considera ancora i GDR come giochi per bambini.

Sfido chiunque, una volta terminato il libro, a non provare il desiderio di cominciare a ruolare.

“Giochi di Ruolo – Estetica e immaginario di un nuovo scenario giovanile”
Marcello Ghilardi, Ilenia Salerno
P. 165, ed. Tunuè

Scrivi