Insomma, com’è questo XBox One? Meh… la presentazione di Microsoft è stata tutto fuorchè spettacolare. Il nuovo gingillo (o è il monolite di 2001 Odissea nello spazio?) gestisce tv, contenuti multimediali e streaming. Pare che in America sarà un prodotto capace di attirare le folle, grazie alla sua capacità di rappresentare un dispositivo “all in one” (ed ecco spiegata parte del nome) da integrare con il televisore per poi guidare, anche con la voce, i contenuti e le funzioni.

Nera e aggressiva (nonchè ingombrante) la nostra nuova Xbox sembra un vecchio videoregistratore, per i fanatici 468px-Xbox1delle VHS. Specifiche: 8GB RAM, USB 3.0, WiFi, Blu-ray, 500 GB di hard disk, Kinect (rivisto) e periferica per il riconoscimento vocale, cam a 1080p e 30 fps e funzione per il rilevamento (e riconoscimento) della voce.

Per ora, la cosa più allettante pare il prodotto ‘esclusivo’: una serie dedicata ad Halo prodotta da Steven Spielberg (le vie del denaro sono infinite…). Per il resto, il mercato USA sarà allettato da dirette sportive (di sport che da noi non esistono) e accordi con canali via cavo, produttori di show e via discorrendo.

Di giochi, per adesso, si è parlato poco o niente, e comunque tanto vale aspettare l’E3

Cosa succederà adesso? Il mercato pare che abbia dato poca fiducia a questo progetto, lasciando almeno per oggi inalterate le azioni Microsoft e facendo schizzare alle stelle i concorrenti della Sony, con la PS4 sempre più minacciosa all’orizzonte…

2 Risposte

Scrivi