Decreto Bondi… e abbiamo detto quasi tutto. La vera e propria tassa della SIAE sui dispositivi di archiviazione di massa è praticamente entrata in vigore. Non ve ne siete ancora accorti? Tra poco pagherete di più hard disk, penne USB e naturalmente CD e DVD. La Apple pare aver adeguato già le sue tariffe. Controllate L’Apple Store: il MacBook, l’iMac e l’iPod sono già aumentati di poco meno di 5 euro a più di 15 euro (controllate le oscillazioni di prezzo rispetto al listino vecchio e verificate!).

In pratica questo tipo di memorie avranno un rincaro per le nostre tasche d quasi il 4%… non sappiamo ancora cosa accadrà ai masterizzatori, ma c’è da credere che ne risentiranno anche di più. Diciamocelo: in pratica ci stanno TASSANDO perché con questi dispositivi POSSIAMO commettere reati di PIRATERIA… per cui ci fanno versare SOLDI alla società autori ed editori per qualcosa che magari nemmeno commettiamo PREVEDENDO che infrangeremo la legge… basta un soffio per far volare via questa foglia di fico.. bah!

Intanto, l’associazione per la difesa dei consumatori, Altroconsumo, ha deciso di presentare ricorso alla Commissione Europea: siamo in attesa di sviluppi… nel frattempo, come abbiamo detto in trasmissione, questo più che fare “bene” al mercato italiano (come no!) farà guardare probabilmente ancora di più gli utenti ai paesi stranieri, dato che comprare supporti via internet all’estero è facile, veloce, e a questo punto pure economico.

Ecco l’elenco dei previsti rincari…

CD e DVD: € 0,22 per ogni ora di registrazione musicale;

CD-R: € 0,15 ogni 700 MB di capacità dati, € 0,22 ogni ora di registrazione audio;

Supporto video digitale: € 0,29 per ogni ora di registrazione;

DVD riscrivibili: € 0,41 ogni 4,1 GB;

Masterizzatori: +5% sul prezzo di vendita.

MicroSD, SD e removibili: tassa esclusa fina a 32 MB; € 0,05 per ogni GB fino a 5 GB; € 0,03 per ogni GB oltre i 5 GB; per il primo e secondo anno, importo massimo 3€, mentre sarà 5 per il terzo anno.

Pendrive USB, € 0,10 per ogni GB fino a 4 GB; € 0,09 per ogni GB oltre i 4 GB; per il primo e secondo anno, 7€ a chiavetta, mentre sarà 9€ per il terzo anno.

Hard disk esterni, € 0,02 a GB fino a 400 GB; € 0,01 a GB oltre i 400 GB; per il primo e secondo anno, l’importo massimo sarà di 12€, sarà 20€ euro per il terzo anno.

Hard disk interni: € 3,22 fino a 1 GB; € 3,86 da 1 a 5 GB; € 4,51 da 5 a 10 GB; € 5,15 da 10 a 20 GB; € 6,44 da 20 a 40 GB; € 9,66 da 40 a 80 GB; € 12,88 da 80 a 120 GB; € 16,10 da 120 a 160 GB; € 22,54 da 160 a 250 GB; € 28,98 oltre i 250 GB; € 32,20 oltre i 400 GB con applicazione dal secondo anno; € 2,76 ogni 200 GB aggiuntivi sopra i 500 con applicazione dal secondo anno.

Lettori MP3: € 0,64 fino a 128 MB; € 2,21 da 128 a 512 MB; € 3,22 da 512 MB a 1 GB; € 5,15 da 1 a 5 GB; € 6,44 da 5 a 10 GB; € 7,73 da 10 a 15 GB; € 9,66 oltre 15 GB; € 12,88 oltre i 20 GB; € 2,76 ogni 10 GB aggiuntivi sopra i 20 GB con applicazione dal secondo anno.

Inoltre 90 centesimi su ogni Cellulare e smartphone

Reblog this post [with Zemanta]

A proposito dell'autore

Cuore e acciaio di Mondo Nerd, creatore e deus-ex-machina. Giornalista, blogger, webwriter e socialqualsiasicosa, dai primi anni 2000 imperversa sulla Rete come nemmeno Ken il Guerriero faceva nel mondo post-atomico. Cinema, fumetti, libri e serie tv lo temono manco fosse Godzilla. Cowabunga!

Post correlati

11 Risposte

  1. RoG

    ma anni fa non era già stata fatta una cosa del genere? ricordo che le vhs (di cui ero avido consumatore) triplicarono di prezzo da un giorno all’altro…

  2. Mario

    L’italia se la cerca proprio. Io continuerò ad acquistare i supporti in Germania senza SIAE.
    Venite a casa a farmi la multa!
    Ah, e già che ci sono comprerò anche gli Hard disk in Germania.
    E che vengano a farmi altre multe per tutti gli hard disk che tengo e che comprerò!
    Abbasso l’Italia, siamo destinati a morire e a fare la fine del terzo mondo a causa di persone incompetenti al potere.
    Ma perchè certe schifezze si vedono solo in Italia e da nessuna altra parte?
    Certe volte mi vien veramente voglia di emigrare, davvero!
    Sciù, fate schifo!

  3. theP

    Un appello a tutti i consumatori:
    comprate come me all’estero, non è necessario arrivare in Cina o Stati Uniti per pagare poi dogana e tasse e lunghe attese!
    Guardate che potete comprare tranquillamente in Germania, Francia e Inghilterra senza nessun costo aggiuntivo di dogana e tasse e la spedizione è veloce.
    Potete affidarvi a canali come eBay o anche direttamente sui siti di competenza.
    Basta fare una piccola ricerca.
    Risparmierete bei soldini.
    Facciamo cadere il mercato italiano più di quanto non lo è già così certi intelligentoni impareranno a fare i furbi derubandoci (perchè questa legge è un furto autorizzato!).
    L’unica nota negativa è che difficilmente ci potremo riprendere in quanto chi come me si renderà conto che a comprare in Inghilterra, Francia, Germania o altri paesi si risparmiano soldi (MOLTI soldi), difficilmente tornerà ad acquistare in Italia anche quando e se questa assurda tassa andrà via. Beh, a meno che il mercato italiano non adotterà prezzi competitivi.
    E allora distruggiamo il mercato italiano, via con i licenziamenti. Tutta colpa del decreto Bondi per la sua sparata su questa tassa e la siae (ma che mafia!) .
    Tanto per iniziare da me personalmente, dai miei fratelli, dalla mia famiglia tutta e dai miei amici l’Italia non vedrà nemmeno più un centesimo per l’acquisto di un prodotto tassato per questa stupida legge quindi già in molti quando acquistiamo CD, DVD, PEN drive, hard disk, computer, TELEFONINI, lettori MP£ e schede di memoria varie BOICOTTEREMO l’Italia.
    E’ l’unico modo per farci valere.
    NON COMPRATE IN ITALIA!!!

  4. alex

    io e da anni che compro all estero su ebay in tutto il mondo risparmio sempre la metà di quanto vogliono in italia, ma spesso risparmio anche piu del doppio e ho il doppio della qualità,
    sopratutto supporti di memoria, ricambi di tv lcd, smartphone e pc
    non comperò piu nei negozi di elettronica in italia.
    se aprite anche voi gli occhi ragazzi farete crollare il mercato italiano cosi vedrete che ci penseranno 2 volte prima di abusare sul prezzo

Scrivi