Gameforge_logo

Negli ultimi anni moltissimi giocatori si sono lamentati dell’inesorabile diminuzione del livello di difficoltà nei videogames.

L’industria videoludica occidentale infatti, soprattutto per quanto riguarda il mercato console, ha sempre di più schiacciato l’occhio al casual gamer, dimenticandosi spesso e volentieri delle esigenze dei Nerd incalliti.

Questo in realtà deriva da un esigenza di mercato causata da due fattori:

1. le necessità dei giocatori della fascia di età 30-40 che un tempo nerdavano senza fine, ma essendo cresciuti e dovendosi barcamenare tra famiglia e lavoro non hanno più troppo tempo da dedicare ai videogames, pur essendo ancora grandi appassionati.

2. la necessità di accontentare le nuove generazioni di giocatori, difficilmente impressionabili, con uno scarso livello di attenzione ed irrimediabilmente convinti di essere critici di fama internazionale.

Molti videogiochi finiscono quindi per essere di grande impatto visivo ma di non offrire una vera e propria sfida a livello di difficoltà.
Salvo rari casi, nei videogiochi moderni è quasi impossibile morire e anche nel caso in cui succeda i continui checkpoint rendono la cosa del tutto ininfluente.

Molti di questi giocatori “delusi” si sono diretti quindi verso i titoli competitivi che negli ultimi anni, grazie allo sviluppo delle nuove connessioni veloci, hanno avuto un vero e proprio boom.
Quando l’intelligenza artificiale non è più abbastanza l’unica vera sfida diventa quella di scontrarsi contro un altro giocatore: nel PVP ci sarà sempre prima o poi qualcuno più forte di te!
Questo necessità di giocare a titoli sempre più competitivi ha dato vita ad un mercato di dimensioni impressionanti composto per lo più da giochi free-to-play sviluppati in paesi come Cina e Corea.
Quale sfida può essere più tosta per un Europeo se non affrontare gli orientali sul loro campo di battaglia!

Abbiamo avuto il piacere di incontrare Matthias Heilig e Jochen Nawrotzki di Gameforge, azienda tedesca specializzata nello sviluppo e distribuzione di broswer game e MMORPG (come referenza può bastarvi il fatto che hanno creato Ogame).

In particolare nel nostro incontro si è parlato di due titoli tra loro molto diversi sviluppati proprio in Korea.

S.K.I.L.L.

SKILL-Special-Force-2-620x350

S.K.I.L.L.: Special Force 2 è il seguito di Special Force, FPS free-to-play che ha avuto grande successo non solo nei territori del Sol Levante, ma anche in Europa (specialmente in Germania).
A differenza dei competitor, S.K.I.L.L. punta quasi tutto sulla competizione, soprattutto quella tra clan.
All’interno del gioco infatti è stato integrato un vero e proprio sistema di gestione dei clan che permette ai giocatori di gestire al 100% il proprio team senza la necessità di utilizzare siti o strumenti esterni.
Ogni giocatore avrà a disposizione tre box da personalizzare a piacimento grazie ad uno svariato numero di armi ed equip, ispirate chiaramente a modelli reali utilizzati nei moderni eserciti di tutto il mondo.
Ogni item sarà acquistabili tramite punti ottenuti giocando o tramite cash coins; quest’ultimi però non potranno sbloccare armi o equip più potenti, ma solamente oggetti decorativi e boost che non dovrebbero dare vantaggi diretti sul campo di gioco.

Matthias e Jochen ci hanno infatti spiegato che uno dei principi fondamentali della politica di Gameforge è proprio quello di evitare il tanto odiato Pay to Win, spesso utilizzato nei Free-to-Play.

La prova in-game ci ha mostrato come S.K.I.L.L. non abbia niente da invidiare ai suoi competitor dimostrandoci un discreto livello grafico e un ottima giocabilità.
Gameforge con questo suo primo FPS strizza l’occhio ai moltissimi amanti degli sparatutto competitivi per PC, lanciando una vera e propria sfida ai giocatori che potranno godersi un titolo con un altissimo livello di sfida e alle case produttrici rivali che dovranno stare attente a non perdere utenti.

AION 4.0

EP1Rv1Z

Non è un mistero ormai, Aion è uno dei MMORPG più amati degli ultimi anni. Lo stile grafico unico e l’altissimo livello dell’esperienza di gioco offerti dal titolo NC Soft sembrano quasi impossibili per F2P. Ma i coreani ce l’hanno fatta, e grazie ai lungimiranti manager di Gameforge possiamo goderci l’esperienza di gioco anche in Europa!

La seconda parte del nostro incontro con i due ragazzi del team tedesco ha riguardato in particolare l’ultima importante patch del gioco coreano; AION 4.0 introduce moltissime novità: nuove aree e istanze, caracter creation migliorato, armi e armature, nuove skill e imponentio battaglie alla conquista di città e castelli.

Ma soprattutto la patch introduce due nuove classi (a nostro avviso stupende):

Gunner: doppia arma da fuoco, ranged DPS, veloce e letale, cosa volete di più da un PG!?

Bard: una delle storiche classi da rpg. Le animazioni che ci hanno mostrato, diverse per ogni canzone suonata, sono davvero ben fatte. Questa classe affascinerà di sicuro vecchi e nuovi giocatori.

Vi consigliamo quindi vivamente di fare un salto nel fantastico mondo PvPvE di Atreia, ne resterete incantati!

Scrivi