Seconda e ultima recensione del ciclo “cinematografico“, oggi ti parlo del primo volume di
Injection.

La recensione di Martedì parlava di un volume fantascientifico che
mi ricorda una serie tv Sci-fi.
Dopo aver letto Injection mi sono sentita catapultata
in un film che non saprei incanalare in una categoria.

Ma andiamo con ordine:

Incontriamo Maria Kilbride,
titolare della cattedra Towsend Bron
di Scienza Applicata presso
l’Università di Lowlands.

Ora detenuta in un manicomio, nonostante non sia pazza.

Grazie ai suoi ricordi veniamo a conoscenza dell’ormai sciolta
Unità di Cross-Contaminazione Culturale e dei suoi membri:

Simeon Winters, un analista strategico
ViVek Headland, un logico e eticista, con una
particolare passione per l’investigazione
Brigid Roth, un’hacker
e
Robin Morel, un cunning man (uomo di magia),
filosofo esoterista che discende da una famiglia di uomini di magia.

Injection_01-1

Il primo volume pubblicato da Salda Press contiene
i primi cinque albi editi da Image Comics.

Nell’introduzione ho scritto di non sapere
come definire il genere di appartenenza di
Injection:

la storia scritta da Warren Ellis ha tantissimi elementi horrorfantasy
e action.

screenshot_2015-06-11-08-42-542

 

I disegni di Declan Shalvey sono ciò che di più americano si possa trovare.
Le inquadrature sono incentrate sugli occhi dei personaggi, sulle scene di azione.
I colori di Jordie Bellaire hanno il compito di  mettere in evidenza il sangue e gli elementi inumani della storia dando loro una piacevole tridimensionalità.

Insieme trascinano il lettore in una spirale
di eventi adrenalinici, che non lo lasciano
respirare.

Cosa aspettarsi da Injection #1?
Siete in film pieno di azione e mistero.
Godetevi la permanenza.

 

Injection #1
Ellis, Shalvey, Bellaire
Salda Press
€14,90

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi