10419049_644989008931327_4495510574478918353_nSono state rivelate sul sito della Bonelli tutte le novità che riguardano la Fase Due di Dylan Dog, che da settembre arriverà nelle edicole.

L’intenzione è quella di rilanciare e al contempo rinnovare il personaggio di Tiziano Sclavi con un progetto a trecentosessanta gradi” si legge.

Oltre al creatore del personaggio, i principali artefici sono Roberto Recchioni, nuovo curatore di testata affiancato redazionalmente da Franco Busatta.

Il 27 settembre esce il n. 337 “Spazio Profondo“, un albo a colori scritto da Recchioni, con i disegni di Nicola Mari. Il processo di “rigenerazione” (recuperare horror e atmosfere inquietanti) passa dal pensionamento dell’Ispettore Bloch, nuovi personaggi, e la tecnologia (finalmente!) nella vita di Dylan. Le novità coinvolgeranno la serie regolare mensile, il Maxi Dylan Dog, il Dylan Dog Color Fest, l’Almanacco della Paura e lo Speciale.

Vedremo inoltre alcuni tra i migliori artisti del fumetto italiano al loro esordio sulla testata, tra cui: Akab, Ausonia, Barbara Baraldi, Ratigher, Gigi Simeoni.

La serie regolare vedrà sempre storie autoconclusive, con la novità di un un sottile fil rouge che legherà le varie avventure per un ciclo di storie rinnovato di anno in anno (tipo stagione di serie tv). Bloch si ritirerà in campagna, in un paesino fuori Londra, ma senza sparire dalle storie. Scotland Yard avrà un nuovo ispettore: Carpenter, che renderà la vita difficile a Dylan… ci sarà poi Rania, detective di religione musulmana.

Ma occhio anche al nuovo cattivo: John Ghost, definito “incarnazione di tutti i mali di oggi“, che sostituirà Xabaras, lo storico nemico-padre dell’Indagatore dell’Incubo.

Destinato a far discutere è il modo impostato per la “svolta tecnologica”: Groucho avrà uno smartphone caratterizzato da un software donna, dotato di una spiccata personalità e di grande senso dell’umorismo. Irma, questo il nome del software, svilupperà una profonda intesa con Groucho, ma sarà piuttosto ostile a Dylan.

Per tutto il resto delle news che riguardano le testate collaterali, ecco il post sul sito della Bonelli!

2 Risposte

Scrivi