I videogiochi continuano a ispirare il cinema…

Era inevitabile che Prince of Persia, una delle saghe videoludiche di maggior successo e “spendibili” sul mercato cinematografico, approdasse sul grande schermo. PoP ha tutto: esotismo, eroe figo, azione, cattivi, principesse, effetti speciali da sbizzarrirsi… ovviamente tutto ciò non poteva che finire tra le mani di una mega produzione…

Ad accaparrarselo è stato quel tamarro di Jerry Bruckheimer che da anni sembra dare il meglio nelle produzioni televisive (Cold Case etc.) che in quelle cinematografiche … le pellicole da lui prodotte, da The Rock a Armageddon e compagnia bella, son tutti stampini “in serie” e il rischio è che il film da videogame abbia poco da spartire, se ce l’avrà, col materiale di partenza.

Guardate il trailer: a parte la somiglianza di personaggi, ambienti e (in parte) atmosfere, diventa il solito blockbuster da dodicenni e famiglie condito da umorismo scemo che avrà ben poco dell’originale… per i nerd attempati (quali siamo) un tuffo al cuore pensando al VERO prince of persia di vent’anni fa… per alcuni un tradimento al nuovo corso oscuro e “serioso” … boh!

Se pensavate che Jake Gyllenhaaaaaaaal fosse inadatto al ruolo, questa è una TERRIFICANTE conferma della sua inadeguatezza (ma perchè ha sempre quella faccia da beota? Dovrebbe essere un concentrato di carisma!) … per non parlare della sciacquetta che gli fa da controparte, che in lingua originale è una sofferenza da ascoltare per 2 minuti di trailer, figuriamoci in 2 ore di film… di Mike Newell. Mike Newell???

Come al solito speriamo di essere smentiti e divertirci tantissimo SE andremo in sala… beccatevi il trallo:

Scrivi